04 agosto Manchester (INGHILTERRA)

Manchester, per molti: "Mad-chester", la città delle pazzie, la patria del Manchester United, squadra di calcio che colora di rosso, grazie alle T-shirts dei suoi supporters, tutte le strade!

Son rimasto particolarmente colpito da questa città perchè è molto viva, piena di gente, di negozi, di vita! Abbiamo trascorso un bel pò di tempo alla Warner Bros e alla HMV. Un pò di shopping ci vuole ogni tanto e devo dire che questa città si presta molto a ciò!

Nel pomeriggio decidiamo di recarci nella vicina Liverpool: la patria dei Beatles!

Ancora oggi, a distanza di trenta anni è fortissimo il loro ricordo e la loro presenza qui. Visitiamo subito un'esposizione di quadri e sculture nella St Georges Hall, dedicata alla mitica band.

[Takx]: "Un pò mi ha deluso questa città, se non fosse stato per i Beatles non credo che sarebbe stata così famosa, però è stato bello sentire i gabbiani in mezzo ad una città così grande, strano!"

Dopo un lungo giro in centro riusciamo a prendere l'ultimo bus utile per l'aeroporto (nostro hotel di stanotte!)

[Takx]: "Ho controllato la situazione dei piedi, sono ridotti uno schifo... Questa giornata mi è sembrata proprio una tipica da inter railers. Pensandoci meglio mi son reso conto che il nostro viaggio non è un inter rail molto convenzionale, di norma si dovrebbe viaggiare in treno, andare in qualche città, fermarsi in un ostello per una o due notti per visitare la città e poi ripartire. Noi finora di ostelli non ne abbiamo nemmeno parlato, abbiamo dormito in colleges, in treni o in aeroporti. Per quanto riguarda il turismo è come se per noi ogni città fosse un cibo a cui diamo un morso solo per assaggiarlo e subito passiamo ad un'altra pietanza".

05 agosto York (INGHILTERRA)

[Takx]: "York è meravigliosa! Mi è piaciuta tantissimo ancora prima di uscire dalla stazione! E' descritta coma la classica cittadina inglese infestata dai fantasmi! Interessante! Ih ih ih!

Usciti dalla stazione, la città che si presenta davanti a noi è come se non avesse accusato il trascorrere del tempo, o meglio, come se il tempo lì fosse passato più lentamente! A York c'è un edificio per ogni epoca storica dell'Inghilterra, a partire da quando vi si insediarono i Romani"...

06 agosto Edinburgo (SCOZIA)

Eccoci nella capitale scozzese. Vicino alla stazione si erge un alto monumento dedicato allo scrittore Walter Scott (autore di "Ivanhoe"). Ci son tanti palazzi molto antichi e un grande castello che dall'alto di una collina domina tutta la scena.

Che bello passeggiare lungo Princess Street ascoltando la musica delle cornamusa che qualche artista in kilt suonava per strada!

Tra un pò partiamo per Inverness, località famosa perchè vicina al lago di Lochness, celebre per la leggenda del mostro: Nessie; da lì prenderemo la coincidenza per Thurso, ultima stazione a nord prima delle isole Orcadi...

 

"Il senso del viaggiare non sta nella meta da raggiungere ma nella strada da percorrere."

- Anonimo -

 

07 agosto Thurso (SCOZIA)

Dopo un lungo viaggio arriviamo in questo posto dimenticato da Dio. Ci rechiamo verso il centro per cercare un praticello su cui montare la nostra tenda quando una coppia di romani ci si avvicina e ci chiede come e dove avremmo trascorso la notte. Si uniscono a noi.

Raggiungiamo una collina che finisce a strapiombo sul mare. Lo spettacolo è indescrivibile! Montate le tende, cominciamo a preparare la cena mettendo a disposizione tutto ciò che avevamo (sia noi che loro, come amici di vecchia data), questo è quel fluido unico che unisce noi viaggiatori! Loro preparano il sugo, noi lo condiamo col nostro tonno e così via... Trascorriamo una piacevolissima serata intorno al fornellino che nel frattempo era diventato come il "fuoco di bivacco" degli SCOUT o il grande fuoco degli indiani!

[Sara da Ciampino, Italia]: "Grazie per il tonno, i biscotti, l'amicizia e le chiacchierate tra il vento di Thurso".

 

"Dobbiamo andare e non fermarci mai finchè non arriviamo.
Per andare dove, amico? Non lo so, ma dobbiamo andare."
(On the road)
- Jack Kerouac -

08 agosto Glasgow (SCOZIA)

Sveglia alle cinque di mattina. Quando apro gli occhi son le 5.30! Dannazione! Forse ce la facciamo, in un batter d'occhio smontiamo la tenda e velocemente corriamo verso la stazione... Ci aspetta una lunga giornata di viaggio... Vorrei arrivare per la notte a Belfast! I due romani tenteranno di raggiungere Dublino in auto-stop!

Nel pomeriggio giungiamo a Glasgow, tante industrie e grigiore ovunque, non m'è piaciuta affatto! Ecco perchè dopo un giro in centro decidiamo di proseguire alla volta di Stranraer, da lì ci imbarcheremo per raggiungere l'Irlanda del Nord.

[Marika, Maddalena e Manuela da Ancona, Italia]: "Dopo venti giorni passati quassù nella nebbia e nella desolazione, incontrarvi è stata una botta di vita, ci mancava questa chiacchierata! Mentre voi avete ancora quindici giorni davanti, noi ce ne torniamo a casa... Sigh!"

09 agosto Stranraer (SCOZIA)

Arrivati a Stranraer mi si avvicina un tipo molto particolare, mi chiede se anche io andavo a Glasgow... "Veramente son appena arrivato da lì!" Mentre chiacchieriamo, lui continua a cucinare col suo fornelletto. Io, affamato, fisso, come un innamorato, la pasta che sta per cucinare quando Jerry mi invita a mangiare insieme. Un pò imbarazzato lo ringrazio ma purtroppo non sono solo. No problem. Due minuti dopo, tutti e tre ci troviamo seduti a cerchio, vicino al fornello a gustarci il nostro piatto di pasta raccontandoci rispettivamente le nostre avventure.

Jerry è un ragazzo di Berna, era solo perchè in una spiaggia dell'Irlanda del Nord aveva conosciuto una ragazza toscana e aveva deciso di trattenersi qualche giorno in più con lei. Ora stava raggiungendo i suoi amici in Scozia.

Nel traghetto per Belfast siamo in cinque inter railers. Oltre noi due, ci sono due ragazze di Modena e un tedesco poi centinaia e centinaia di supporters del Celtic Glasgow che tornano a casa dopo aver assistito alla partita della loro squadra del cuore. Sono euforici dopo il 3-0 assestato al St.Johnson e ubriachi festeggiano!

La notte procede tranquilla mentre ci avviciniamo alle coste irlandesi...

10 agosto Belfast (IRLANDA DEL NORD)

Visitiamo questa città celebre più per i vari attentati del passato che per altro. E' una città molto difficile, devastata dalle lotte tra i cattolici e protestanti, tra chi vuole l'indipendenza dalla Gran Bretagna e chi si sente inglese.

Giriamo tanto e cerchiamo di conoscere un pò meglio questa nuova meta. Era appena terminata una manifestazione che inneggiava all'indipendenza...

[Takx]: "Mentre passavamo davanti alla City Hall, notiamo una limousine e tanta gente vicino... Ci avviciniamo, Mark si ferma a parlare con un cronista italiano della Mediaset che prima ci prende in giro dicendoci che c'era Bill Clinton all'interno e poi ci svela che in realtà stavano girando un cortometraggio!"

E dire che noi eravamo già pronti con la macchina fotografica per immortalare quel momento storico...

[Federica Ferrari da Modena, Italia]: "La cosa più bella che possiamo fare durante un viaggio è portare a casa con noi tutti questi ricordi e sperare che ci aiutino a "crescere".

11 agosto Dublino (IRLANDA)

Alla stazione della capitale irlandese troviamo ad attenderci mio cugino Giuseppe e un nostro amico: Antonio Armentano.

Vogliamo subito fare un giro nel centro e tra i tanti pub che vendono la celebre "Guinness Beer" ecco sbucare la statua dello scrittore James Joyce...

Trascorriamo una piacevole serata insieme a tanti italiani beccati qui e lì per strada fino a che comincia a profilarsi il solito dilemma: "Dove dormiremo stanotte visto che è già l'una?"

Giriamo un pò in cerca di idee quando vediamo un ampio parco in lontananza, pianteremo la nostra tenda qui!

Che notte da incubo!

 

12 agosto Cardiff (GALLES)

Dal porto di Holyhead ci imbarchiamo... destinazione Galles!

[Cheryl McBeth da Manituba Ray, Canada]: "Beh ragazzi, sicuramente avete reso la nostra traversata in traghetto molto più piacevole. Ora ho una diversa concezione degli italiani! Ho scoperto che non sono tutti dei cog****i in realtà!

Consideratevi fortunati di vivere in una così bella parte del mondo. Avete così tante cose a portata di mano che la maggior parte delle persone non avrà mai occasione di vedere! Abbiate cura di voi stessi e ricordate che si vive solo una volta, questo è il momento di veder e fare tutto!"

 

13 agosto Oxford (INGHILTERRA)

[Takx]: "Dopo una giornata da incubo eccoci di nuovo da Whiff ad Oxford circondati da volti amici...

In serata torniamo al Wheatley College perchè Marc dà un festino in camera sua".

 

 

Blog countersfree counters
Locations of visitors to this page

(1) - (2) - (3)