11 gennaio Riga (LETTONIA)

[Krists Hissons da Riga, Lettonia]: "Lo sai che sono molto pigro a scrivere ma ci proverò. Quando ero in Italia mi son divertito molto a casa tua, con te e con i tuoi amici. Spero che ti sia divertito qui. Non dimenticare che sei sempre benvenuto a casa mia. Wow, ho scritto così tanto! Dai Mark, la vita è breve, fai ciò che vuoi ma non dimenticare i tuoi amici, specialmente me."

Son seduto sul divano con Martins e Krists aspettando Reinis che ci accompagnerà all'aeroporto di Riga da dove partirò alla volta di Helsinki e verso nuove avventure.

E pensare che son tornato due ore fa dalla discoteca. La musica rimbomba ancora nelle mie orecchie mentre chiudo la valigia.

 

Ed eccomi da solo di nuovo ma con un bagaglio di cultura ed esperienza sempre più grande.

L'aeroporto stamattina era un pò in subbuglio perchè da un momento all'altro sarebbe dovuto arrivare il Presidente della Repubblica diretto in Polonia per motivi politici.

Salutati i miei amici, mi avvio a lasciare questa terra che mi ha dato così tanto.

Tra un'oretta e mezzo incontrerò la mia corrispondente finlandese: Maaria. Ci conosciamo da tre anni ma non ci siamo mai visti!

Paldies Latvija

12 gennaio Lahnajärventie (FINLANDIA)

"Sei Mark?" Ecco la simpatica Maaria!

Con la sua SAAB andiamo ad Helsinki.

La prima cosa che ho notato, percorrendo quelle strade che s'inerpicavano attraverso vere e proprie foreste dagli alberi altissimi ed innevati, è la lunga lingua di asfalto senza neve e fin qui... Non riuscivo a capire come riuscissero a tenerla sgombra dalla neve per chilometri e chilometri considerando pure che non abbiamo incrociato nessun spazzaneve.

Lei dopo aver scherzato un pò mi svela il segreto. In Finlandia le strade son riscaldate!!! Quando cade, la neve si scioglie subito! Risolto il mistero!

Mi porta in giro per il centro storico. Sarà un pò per il tempo atmosferico (naturalmente nevicava), sarà che era già buio ma non ho visto nessun monumento che mi abbia colpito particolarmente. Solo tanti centri commerciali molto carini e colorati, del resto devono pur inventare qualcosa per evitare di stare all'aperto d'inverno!

In serata ci rechiamo a casa sua. Molto accogliente e tutta in legno. Come quelle dei cartoni animati. Mi è piaciuta tanto e poi la sua numerosa famiglia, è stata molto calorosa e gentile con me.

[Maaria Sainio da Lahnäjarventie, Finlandia]: "Caro Mark, grazie per aver visitato la Finlandia: la mia terra".

13 gennaio Vantaa (FINLANDIA)

Di buon mattino mi riaccompagna in aeroporto.

Che gentile, è stato bello conoscerla.

L'aereo di Francesco è appena atterrato ed insieme ad uno proveniente da Dubai.

I primi ad uscire son quelli degli Emirati Arabi. Tutti abbronzati; uno esce addirittura in ciabatte, con un cappello da cow-boy e T-shirt Hawaiana con grossi pappagalli colorati disegnati. "Ah bello, ma lo sai dove sei atterrato?" - gli avrei voluto chiedere...

Incontrato Francesco, ci raccontiamo tutto quello che ci è accaduto.

Quante cose son successe in questo periodo, quanti bei ricordi, quante nuove esperienze, nuove amicizie, ed ora è già tutto finito, ma senza nessun rimpianto, solo con la gioia di aver vissuto tutto ciò!

Stanno chiamando il nostro volo. Si ritorna a casa!

 

Blog countersfree counters
Locations of visitors to this page

(1) - (2) - (3)