20 agosto Budapest (UNGHERIA)

Budapest è come la ricordavo... Anzi peggio! In centro incontri solo italiani e prostitute... E che italiani!

Ieri sera in discoteca chiacchieravo con delle ragazze ungheresi (in inglese, naturalmente) quando improvvisamente mi si avvicina un ragazzo napoletano e mi chiede ammirato: "Ma tu parli Ungaro?" Ma vi rendete conto che brutte figure facciamo in giro per il mondo con soggetti come questo?

Unico incontro particolare è con un pornostar italiano, un certo Bruno, un uomo che parlava solo e sempre di casinò, soldi e prostitute!

Budapest non mi piace! Palazzi meravigliosi che ricordano il glorioso passato di questa città e dove sventolano le mitiche bandiere dell'Impero Austro-Ungarico, ora torreggiano e regnano sovrane quelle del McDonald!

Siamo ospiti del gentilissimo Nino.

[Nino Busico da Budapest, Ungheria]: "Siamo ancora a casa "mia" qui a Budapest, tutti si preparano per la partenza.

Vivo qui ma spero di tornare al più presto e per sempre nella mia terra; ogni volta che i miei amici vengono a trovarmi sono contento, ma poi vanno via e ho il fortissimo desiderio di andare con loro.

Affido tutti questi desideri nelle mani di Dio che mi osserva e che mi conduce. Ci sarebbe tanto da scrivere ma mi fermo qui, anche perchè sognare non costa nulla!"

Ora ci troviamo sul treno che ci porterà a Cracovia...

 

21 agosto sulla strada per Cracovia (POLONIA)

Siamo ancora in viaggio insieme ad un gruppetto di siciliani e di genovesi!

C'è chi suona la chitarra, chi canta, chi fa i gavettoni, chi gli scherzi, chi cerca di abbordare le due danesi del nostro scompartimento... Son quasi le due di notte e nessuno ha voglia di dormire...

[Luca]: "Ecco l'inter rail che ricordavo io... Gente di tutte le nazioni in un treno a divertirsi assieme"...

[Una passeggera]: "Certe volte si crede di essere soli, ma quando meno ce lo si potrebbe aspettare, gli angeli iniziano a piovere dalle stelle più nascoste della notte e si prendono cura di te... Non si può neanche immaginare quanta serenità riesca ad infondere l'abbraccio avvolgente delle loro ali soffici... Stiamo viaggiando e mentre camminiamo non abbiamo nemmeno il tempo di osservare tutte le anime che incontriamo... Ma qualche volta la luce della luna aiuta a capire che, da qualche parte, c'è qualcuno che si prende cura di noi e, senza neanche rendersene conto, ci lascia qualcosa di sè che non verrà mai cancellato, aiutandoti a riemergere dall'urlo del silenzio"...

[Luca]: "A Gabriele hanno rubato 200 Euro dal marsupio che aveva lasciato incustodito in un altro scompartimento.

Fortunatamente hanno lasciato il biglietto e il passaporto. Gabriele continuerà il viaggio con noi perchè siamo riusciti, tra me e Mark, a raggruppare un pò di soldi per lui".

22 agosto Auschwitz (POLONIA)

[Luca]: "Abbiamo visitato Auschwitz... Non c'è niente da dire... Qui l'uomo ha toccato il fondo... per crudeltà, per povertà d'animo, per ignoranza, per misericordia-speranza morta, per freddo e paura, per essersi avvicinato tremendamente alla sua natura di bestia... per questo e per quello che nemmeno riesco ad addebitare ad un essere umano... Mi vergogno per non avere la forza di accettare che questa è solo la realtà e niente altro... Poveri gli uomini morti e quelli sopravvissuti alla loro morte, poveri noi perchè siamo ancora capaci di tutto ciò, poveri coloro che dubitano e odiano in silenzio, povero l'uomo che teme di vivere senza queste visioni, poveri gli alberi, i fili spinati e le mura rosso sangue per essere stati testimoni involontari dell'uomo che ritorna polvere... Poveri coloro che dovranno raccontare per sempre Auschwitz".

23 agosto Cracovia (POLONIA)

[Luca]: "In giro per Cracovia ci perdiamo e su un tram una ragazza: Kasia si offre di accompagnarci in ostello!

Non la finivamo mai di parlare, di "domandarci cose", è stato molto bello anche perchè è una strana magia vivere certe situazioni in questi posti... Le persone sono umili e non sembrano giudicarti al primo contatto... Son felice di aver vissuto l'ennesima bella serata della mia vita e di aver condiviso questo bel momento con qualcuno capace di sentire le mie vibrazioni... Le dicevo che ci si innamora veramente solo quando ci si innamora non solo della persona ma anche del posto, della situazione... La persona non basta quasi mai...

Mark apre il tonno per il nostro pranzo, Gabriele cerca l'acqua... Ad averne di situazioni così tutto l'anno!"

 

"Ma c'è sempre quel che c'è e mai quello che ci dovrebbe essere"

- Pessoa -

24 agosto Wroclaw (POLONIA)

Questa città è un pò ambigua. A volte così deliziosa con i suoi palazzi medioevali, le sue caratteristiche chiese e un centro storico che non ha nulla da invidiare a quello di Cracovia; la sera poi, con le sue luci soffuse ti dà l'impressione che il tempo possa essersi fermato lì, poi volgi lo sguardo alla stazione ferroviaria con il suo casinò, i night clubs, i negozi di video porno, i bar pieni di vecchi ubriachi...

25 agosto Wroclaw (POLONIA)

Stamattina visitiamo il cosiddetto: "Panorama Raclawicka", il dipinto più grande del mondo... si trova in una stanza circolare gigantesca e ritrae scene di guerra tra i polacchi che volevano l'indipendenza, nel 1794, e i russi...

E' appena passata l'hostess di questo treno con le vivande (viaggiamo in prima classe!) e noi: "No thanks". "E' gratis", ci dice lei! E in un batter d'occhio il nostro tavolino si riempie di wafer e succhi di frutta!

[Luca]: "Inizio a sentire il preso del viaggio...Sono psicologicamente stanco, troppe emozioni in così poco tempo!"

26 agosto Cracovia (POLONIA)

[Luca]: "Cracovia ci ha proprio rapiti! Abbiamo imparato a conoscere questa città e a viverla non come semplici turisti; è difficile da credere ma quando succede che ti senti tranquillo alle tre di notte a camminare per le strade vuol dire qualcosa".

La differenza tra questo e gli altri inter rails è che qui si viaggia poco ma si vive davvero il posto che ci ospita... Ma non ho rimorsi nè rimpianti!

In serata arrivano i nostri spaghetti al sugo e con loro sei diavole scatenate da Dublino con litri e litri di birra e vodka... Già dopo pochissimo la situazione sfugge da ogni controllo e questa serata stupenda diventa una di quelle da raccontare ai propri nipoti un giorno... Solo a loro!

27 agosto Cracovia (POLONIA)

In giro per la bellissima Cracovia visitiamo prima una interessantissima mostra di foto scattate dall'alto in tutto il mondo, poi il Castello Wavel e il quartiere ebraico con le sue sinagoghe.

Che bel pomeriggio!

Stasera si riparte per Praga e con noi ci saranno i due genovesi ribattezzati: "Grattachecca e Fighetto"! Ormai parte integrante del nostro gruppo!

 

28 agosto Praga (REP. CECA)

Tre anni dopo... Ma un'impressione diversa, migliore!

[Luca]: "Qui ho organizzato un incontro con un'amica che non vedevo da sette anni!

Solo chi non vede qualcuno per così tanto tempo può capire cosa vuol dire.

Praga, per me, è la città più bella d'Europa anche se è piena di turisti, la cosa bella è che questi caxxxni di italiani vengono qui e a Budapest convinti di vedere l'Est Europa... e raccontano di averla vista... Ma l'Est qui è solo un lontano ricordo: Belgrado, Sofia, Bucarest... quello sì che è ancora Est!

Meglio così, mi fa piacere vedere che ci sono Stati come la Repubblica Ceca che si stanno rialzando e saranno molto forti domani!"

 

Blog countersfree countersLocations of visitors to this page

(1) - (2) - (3)