BERLINO

 

Pronti per la partenza

 

zentrum

 

Porta di Brandeburgo

" Tra 4 giorni sarò a Mosca. Questa separazione non è che una strada sotto la pioggia.
Arriveranno notizie, mi tufferò, correndo verso nuove scelte.
Tra 4 giorni sarò a Mosca. A Mosca è primavera, me l'hai detto al telefono.
Anche questa separazione finisce, grazie al cielo. Ritorno.
In me non c'è che la notte di questa separazione. In me la tua solitudine.
Solitudine: pane di ricordi che non sazia.
A Berlino, nella mia stanza d'albergo, brilla il sole. A Berlino c'è il bisbiglio inzuppato degli uccelli - stamattina è piovuto - e poi i tram, e il tempo.
Non si decide a muoversi il tempo. E' rigido, gelato. Si potrebbe appenderlo a un chiodo, il tempo.
E tagliarlo col coltello. Sono in una prigione, col più spietato degli aguzzini : il tempo.
A Berlino nella mia stanza è pieno di sole. E tra 4 giorni sarò all'aeroporto.
Nell' azzurro."

- Nazim Hikmet -

Il Muro di Berlino
"Il tempo guarirà tutto. Ma che succede se il tempo stesso è una malattia?"
- Marion -
prima
dopo

"Si possono percorrere milioni di chilometri in una sola vita, senza mai scalfire la superficie dei luoghi né imparare nulla dalle genti appena sfiorate. Spostarsi é facile, spesso lo impone il lavoro, o si vola in vacanza dall'altra parte dell'emisfero per spedire cartoline, scattare diapositive, comprare ricordini per amici e parenti e tornare indietro identici a come si é partiti."

 

in albergo prima dell'ultimo tour ancora gli effetti della seconda guerra mondiale

 

 
...quale sarà la strada giusta?
Agos intanto è distratto da altro...  
Cheers

 

si riparte... ma attenti a non fare cadere nessuno oggetto...

 

Blog countersfree countersLocations of visitors to this page