"Prendo il libro fermo alla piega, mi rimetto alla sua andatura, al respiro di un altro che racconta. Se anch'io sono un altro è perchè i libri più degli anni e dei viaggi spostano gli uomini".

- Erri De Luca - (Tre cavalli)

Volo low cost, pernottamento ottimo... e via a Londra!

Nonostante il mese di agosto sia in alta stagione son riuscito a trovare una buona offerta sul volo per Londra

L'Inghilterra è ben collegata con tanti voli low cost.



24 agosto Greenwich (INGHILTERRA)

Londra nove anni dopo. L'ultima volta che passeggiavo per queste strade avevo un grande zaino sulle spalle, una sete tremenda di conoscenza e di avventura e tanta inesperienza ed ingenuità!

Quante cose son cambiate da allora. E' cambiata una intera vita. Se solo ci penso...

Oggi abbiamo trascorso la mattinata al mercato di Camden Town. Un miscuglio di culture, di lingue, di stili e modi di vivere. Frittata di esistenze diverse.

Ogni volta che mi fermavo ad una bancarella o ad un chioschetto c'era sempre la stessa domanda: "Where are you from?" A quel punto il mappamondo cominciava a girare impazzito fermandosi ora in Pakistan, ora in Francia, in Corea, Thailandia, Myanmar...

Chiacchierare con i venditori, confrontarsi, scambiare idee, opinioni, dritte, consigli; complimentarsi con chi esibiva e vendeva progetti originali...

Nel pomeriggio veniamo risucchiati dal "Carnevale Tropicale" di Notting Hill. La sfilata era infinita ed ogni mezzo trasportava enormi casse musicali, delle vere e proprio discoteche mobili e dietro di essi file di ragazze nere, mascherate che ballavano stregate dalla musica... Tanta gente sventolava le bandiere dei propri Paesi d'origine, non mi aspettavo di trovare una comunità caraibica così numerosa...

Ho notato, però, che i vari gruppi non erano suddivisi per nazione, come mi aspettavo, ma per quartieri. Federica, una torinese che lavora in un chioschetto italiano qui a Camden Town, m'ha detto che la sera diventava molto pericoloso quel posto perchè le varie bande dei quartieri approfittavano del casino per regolare qualche conto...

Quelle persone provenivano da veri paradisi terrestri dove c'è sempre il sole. Sembrava che in questa occasione si sforzassero di ricreare il proprio "habitat naturale", in una Londra piovosa e sempre grigia che non conosce il sole...

25 agosto Londra (INGHILTERRA)

In diretta dal Mercato di Camden Town.

Stamattina ce l'abbiamo fatta! Sveglia alle sette, ottima colazione, corsa in metro e bus per arrivare in tempo per prendere posto nel mercatino come venditori!

Attendiamo, mentre la grande macchina commerciale comincia ad aprire gli occhi, a svegliarsi dopo il "duro" week end. Lo fa molto lentamente perchè oggi è il Bank Holiday e la gente non lavora. Ma i mercanti sono tutti qui, per loro, le feste sono ragione di ulteriore lavoro.

Le bancarelle cominciano a prendere forma. Tanti scheletri di ferro diventano delle gioiellerie da strada, erboristerie israeliane, gallerie di arte londinese. C'è di tutto di più...

Era la prima volta che assistevo alla nascita di un mercato... Li ho sempre odiati perchè troppo incasinati, troppa gente che ti spinge, ti schiaccia...

Stamattina ho visto/vissuto questa nuova esperienza guardandola con un occhio diverso. L'attesa dei venditori, le impressioni, le speranze; l'assegnazione della bancarella; l'addobbo della stessa, ognuno utilizzando il proprio estro, la propria creatività!

Ieri da visitatore, oggi da venditore in questo mercato che ormai sento già un pò anche come "mio". Assistente di mio fratello, che cerca di proporre le sue T-shirt e con esse la sua arte.

Qualche ora dopo eravamo già amici di tutti i commercianti vicini e si delineavano i vari personaggi: il lento e saggio 80enne croato dei saponi profumati; lo squilibrato mago Sirus; il simpatico e nostalgico pittore napoletano: Valerio che ogni tanto ci raccontava gli aneddoti dell'italiano emigrato; la coppia di cinesi della bijotteria e potrei continuare per molto...Mi piace immaginarli ora di nuovo a chiacchierare col pubblico cercando di vendere, allegramente, la propria merce...

 

26 agosto Greenwich (INGHILTERRA)

Charly è appena ripartito per l'Italia. E' brutto dividersi durante un viaggio...

Stamattina però siamo riusciti a visitare l'Osservatorio di Greenwich. Nacque con lo scopo di aiutare i navigatori visto che sovente capitava che si perdessero o finissero morti di fame e sete in mezzo all'oceano o, ancora, si schiantassero contro qualche roccia.

La linea del primo meridiano del globo... Punto di riferimento di tutti gli orologi del mondo!

Solo. Annoto le mie prime impressioni, ogni tanto lancio uno sguardo dalla finestra che dà direttamente sulla tranquilla Bellott Road e ammiro la vita inglese che placidamente mi scorre davanti...

27 agosto Londra (INGHILTERRA)

Seduto in un parchetto tra il Big Ben, The House of Parliament e Westminster Abbey.

Nove anni fa ero proprio qui... Gli zaini più grandi di noi, la nostra voglia di fare, il nostro immenso spirito d'avventura...

Oggi ho fatto un pò il turista: Piccadilly Circus, Buckingham Palace, Trafalgar Square... A Covent Garden ho pranzato con una gustosa "jacket potato" alla cipolla...

Covent Garden mi ha un pò deluso, mi aspettavo molta più gente.

Nel pomeriggio son ritornato di nuovo a Notting Hill. Il parco reso famoso dall'omonimo film con Julia Roberts non l'ho trovato, in verità non l'ho nemmeno cercato, mi son diretto a Portobello Road, in una Notting Hill molto più tranquilla della carnevalizia che avevo conosciuto qualche giorno fa...

Portobello Road mi ha ricordato quando ero bambino ed in particolare del cartone animato: Mary Poppins in cui c'era una bella canzone dedicata al piccolo mercatino omonimo. Mi son soffermato a gironzolare per strada ammirando i tanti negozietti di antiquariato e le loro cianfrusaglie...

Poco dopo la metro mi lascia proprio ai piedi del Big Ben... Fermata: Westminster. Tanti flash-back appaiono nella mia mente, ricordo tutte le volte che ci son stato... sin dalla prima... Riguardo l'Abbazia di Westiminster e mi si stampa dinanzi agli occhi la foto di gruppo che scattammo proprio qui coi miei compagni del college di Oxford!

28 agosto Greenwich (INGHILTERRA)

Stamattina ne ho approfittato per fare un giretto qui a Greenwich. Questa cittadina è deliziosa. Mi piace molto.

Ho visitato il Museo Nazionale Marittimo. Mi hanno colpito molto i tanti quadri raffiguranti antiche battaglie navali, le esplorazioni dei numerosi navigatori (in primis il Capitano James Cook) e le tante scoperte fatte in giro per il mondo, i nuovi popoli incontrati, gli scambi, le nuove terre... E' stato emozionante leggere dei viaggi di Cook in Oceania, in quelle terre ed isole così lontane, sconosciute, misteriose...

Mentre ero lì spesso sognavo ad occhi aperti e mi immaginavo col mio fedele back-pack sulle spalle, infradito ai piedi, macchina fotografica in mano esplorando quelle piccole isolette... Cosa che conto di fare tra non molto...

Visitando questo museo ho capito quanto è amato l'ammiraglio Horatio Nelson. Un vero eroe nazionale del mare. Ha combattuto numerose battaglie per la sua patria tanto che quando fu ucciso, nel 1805, l'Inghilterra gli ha reso omaggio con il più grande e maestoso funerale mai visto!

Il museo dedicato alla casa della Regina, tranne per l'esposizione delle battaglie navali belghe ed olandesi non è stata nulla di che!

Mi ha solo emozionato l'ammirare tutti quei quadri del 1600 e 1700. Immaginavo pittori che centinaia di anni fa, in piccole botteghe poco illuminate, realizzavano quei capolavori arrivati fino a noi...

Gironzolando da solo ho riscoperto il piacere dello stare per i fatti miei! Il viaggiare completamente da solo non è mai stata una cosa che mi abbia allettato tanto, però in questi giorni che per forza di cose devo trascorrere un bel pò di tempo in compagnia solo del mio diario e macchina fotografica, sto notando, con piacere, che mi sento proprio bene. Ho molto più tempo per riflettere, per pensare...

 

 

 

Blog countersfree countersLocations of visitors to this page

1 - 2