02 febbraio Ho Chi Minh City (VIETNAM)

132° giorno di viaggio

Entriamo in Vietnam. Siamo nella vecchia Saigon!
Sono passati 7 anni da quella volta… il casino per strada è sempre lo stesso, ciò che è cambiato sono le biciclette: sono sparite sostituite da un numero infinito di motorini…

"Strana questa cosa dei viaggi, una volta che cominci, è difficile fermarsi. È come essere alcolizzati".

- Gore Vidal -

03 febbraio Cu Chi (VIETNAM)

I famosi tunnel dei Viet Cong. La nostra guida spiega, racconta e narra usando dei modi un po’ troppo irritanti per me… mostra le trappole dei Viet Cong quasi come se stesse raccontando una barzelletta, parla di morti, di bombardamenti aerei, di napalm con così tanta naturalezza che dentro di me penso: “Che cazzo ne può sapere questa ventenne di guerra e sofferenza”.

Per cinque minuti viviamo l’esperienza di infilarci in uno dei tanti tunnel… che impressione!

Al ritorno ad Ho Chi Minh City decidiamo di fermarci nel famigerato “Museo degli orrori della guerra”. Due piani mostravano foto e reperti di quei terribili anni…

I nostri animi ed i nostri cuori in questi ultimi giorni son stati messi spesso a dura prova…

05 febbraio Nha Trang (VIETNAM)

[Stefy]: “Credo che ricorderò a lungo questo duro trasferimento notturno in bus. L’autista del nostro vecchio autobus guidava in un modo davvero pericoloso.
Fortunatamente arriviamo a destinazione sani e salvi verso le 6,30 del mattino, la nostra guest house è vicinissima al mare e sembra molto carina.

Finalmente un po’ di relax. Ci voleva proprio! Oggi infatti siamo rimasti svaccati in spiaggia a non fare assolutamente nulla se non guardare, come bambini, i grossi cavalloni che il mare donava come spettacolo!”

 

08 febbraio Nha Trang (VIETNAM)

138° giorno di viaggio

Grazie Nha Trang. Questa tappa doveva rimetterci in sesto e direi che ha svolto il suo compito egregiamente.

Se penso a questa cittadina mi vengono in mente solo le deliziose colazioni a base di frutta tropicale la mattina, le giornate intere trascorse a crogiolarci al sole leggendo un buon libro, i bagni in questo mare invitante, le passeggiate lungo i viali in festa!

09 febbraio Hoi An (VIETNAM)

Notte in bus e all’alba eccoci in questo gioiellino del Vietnam.


Anche se sono solo le sette decidiamo di fare un giretto in centro… è presto ma tutto è già in fermento, anziani che fanno “tai chi” all’interno del cortile di una pagoda cinese, i primi bambini che, in divisa bianco candido, in bici si recano a scuola.

 

Questo è il periodo del “tet”, il capodanno cinese e tutti i vicoletti sono addobbati con colorati festoni ed ideogrammi!

Dappertutto si respira un’aria d’altri tempi, sembra che qui il calendario si sia fermato 150 anni fa. Regna un silenzio ed una pace irreale rotta solo dallo scroscio dell’acqua che scorre sotto i tanti ponticelli che caratterizzano Hoi An.

 

 

 

Blog countersfree countersLocations of visitors to this page

(1) - (2) - (3)