22 gennaio Moyogalpa (NICARAGUA)

Classica giornata di trasferimento. Vari autobus, qualche ora di viaggio ed eccoci al porto di San Jorge pronti ad imbarcarci alla volta di Moyogalpa, nell’isola di Ometepe.

Pranziamo con “pollo asado con arroz y frijoles” nel ristorantino “Tiburon” a due passi dal Lago Nicaragua.

Gironzoliamo un pochino in bicicletta per le vie di questo tranquillo paesino prima di ritirarci nella nostra oasi di pace “Soma hotel” nel verde più lussureggiante a preparare i nostri prossimi spostamenti.

Veniamo a sapere che il “Rincon de la Vieja”, vulcano del nord del Costa Rica è in piena eruzione ecco perché siamo costretti a cambiare tutti i nostri programmi… ma questo è il bello dei viaggi on the road.

 

23 gennaio Moyogalpa (NICARAGUA)

Noleggiamo uno scooter e partiamo alla scoperta dell'isola che ci ospiterà in questi giorni.
Decidiamo di cominciare dalla sponda est , da Playa Santo Domingo. Per strada ci incantiamo ad ammirare lo scorrere tranquillo della vita degli isolani, centinaia di mucche e cavalli liberi e selvaggi ci osservano un po’ perplessi, tante scene da “La vecchia fattoria” con porcellini, chiocce, pulcini…
Un’oretta e mezzo dopo ci ritroviamo nella cittadina di Altagracia… - “Cavolo, siamo andati un po’ troppo oltre”… chiediamo info al solito isolano sorridente e disponibile e 15 minuti dopo parcheggiamo il nostro scooter sulle rive dell’agitato lago, siamo a Playa Santo Domingo.

I nostri occhi si riempiono di meraviglia: “Ojo de Agua”. Una vera e propria piscina naturale nel cuore della jungla alimentata da acqua sulfurea, vulcanica con i suoi fondali dai colori così particolari che solo la Natura sa dipingere. Trascorriamo così diverse ore in completo relax sonnecchiando sotto una palma o godendoci quest’acqua così fresca.

Costeggiamo le pendici dell’imponente Vulcano Conception fino a raggiungere il Charco Verde.

Un tragitto nella natura più selvaggia lungo le sponde di una laguna di mangrovie e del maestoso Lago Nicaragua.
Che sensazione sedersi sulla battigia del lago in tempesta, gli alberi piegati dal vento che si tuffavano con le loro cime in quelle acque così torbide mettevano inquietudine.
Sembravamo due naufraghi.

Punta Jesus Maria. L’incontro di due piccole baie. Il vulcano Conception ci osserva severo dall’alto, le acque rosse per il sole sembrano danzare, una piccola lingua di sabbia nera vulcanica si sporge timidamente verso la lontana sponda opposta… un'airone solitario sembra ammirare il sole che ci saluta lentamente…

Noi, estasiati, scattiamo così tante foto e video che, quasi per magia, entrambe le batterie ci consigliano di godere di quello spettacolo con il cuore e con gli occhi, imprimendo quelle immagini nella nostra anima invece che su una pellicola…

In serata incontriamo per l’ennesima volta i due simpatici olandesi (Martin e Maria) e tra racconti di safari africani e avventure tra i gorilla termina un’altra stupenda giornata di viaggio in Centro America.

24 gennaio Moyogalpa (NICARAGUA)

[Stefy]: “Alle 6.50 saliamo sul bus che ci conduce alle falde del Vulcano Concepcion.
Dopo un’oretta e mezzo di camminata comincia la vera salita.
Dai 100 ai 400 metri non ci sono grossi problemi, Nain, la nostra guida, spesso si ferma per illustrarci la flora e la fauna di questa splendida isola, leggende, aneddoti e tante storie divertenti.
Le farfalle seguono il nostro sentiero, gialle, bianche, rosse e nere… stupende.
Poi sudore, fatica, caldo, male alle gambe… piccole soste per riprendere fiato… vediamo vari tipi di scimmie, uccelli colorati, insetti strani, piante secolari fino ad arrivare alla nostra meta: il Mirador. La vista è mozzafiato, il vento fortissimo, quasi ti sposta. Dinanzi a noi il lago, tutta la costa nel suo splendore; dietro di noi la lava solidificata dell’imperioso vulcano Concepcion.”

"Esplorare non significa tanto coprire una distanza in superficie, ma studiarla in profondità: un episodio fuggevole, un frammento di paesaggio o un’osservazione colta al volo potrebbero costituire l’unico mezzo per comprendere e interpretare delle zone che altrimenti resterebbero prive di significato". 

- Claude Levi-Strauss -

 

 

Blog countersfree countersLocations of visitors to this page

(1) - (2) - (3) - (4)