17 ottobre Lautoka (FIJI)

Nitin Gandhi, un grande uomo indo-figiano conosciuto sul volo Brisbane – Nadi, ci invita a visitarlo nella sua cittadina ad un’ora di bus da Nadi.
Detto fatto!
Prendiamo subito un passaggio dalla nostra Guesthouse alla Junction a bordo di un grosso SUV dalla targa diplomatica! Addirittura ci dà uno strappo Mr Yu Minimbi, il vice ambasciatore della Papua Nuova Guinea alle Fiji!

Con quattro dollari fijiani, a bordo di un colorato van, raggiungiamo facilmente la cittadina del nostro amico Nitin!

Pur essendo molto indaffarato ci accoglie nel suo ufficio, ci fa fare un giro per Lautoka e ci spiega un po’ la storia di questa meravigliosa isola, ci parla degli indiani che alla fine del 1800 emigrarono qui, del difficile equilibrio tra fijiani e indo-fijiani, dell’industria di zucchero di Lautoka e tanti interessanti aneddoti!

Pranziamo al “Northern Club”, di cui è socio e trascorriamo qualche ora in relax a bordo piscina!

Nel pomeriggio ci dà uno strappo a Nadi e ci invita ad un’escursione per il giorno dopo nella mozzafiato Beachcomber Island!

18 ottobre Beachcomber Island (FIJI)

[Stefy]: “Il van privato inviatoci dal caro Nitin ci attende presso la nostra guesthouse. In poco tempo raggiungiamo l’imbarco nei pressi di Lautoka e dopo 45 minuti di traversata su un comodo motoscafo attracchiamo all’isoletta di Beachcomber…


Non ho parole per descriverla! Proprio come uno immagina l’isola del tesoro dei pirati!
Il perimetro sarà stato di 500 metri e tutto di sabbia bianca, della grandezza del sesamo; all’interno solo palme da cocco! L’oceano cristallino, bianco, poi azzurro, poi verde acqua, poi blu e poi di nuovo trasparente. Mai visto un’isola così!

Presto ci imbarchiamo di nuovo e stavolta per immergerci sulla barriera corallina! Pesci pappagallo ci venivano incontro, alcuni gialli e blu scappavano inseguendone altri coloratissimi; pesci pagliaccio e pesci chirurgo nuotavano disinteressatamente… che spettacolo la natura!
Non volevo più uscire dall’acqua!

Ritorniamo sull’isola per godere di un grande buffet a base di pesce alla brace!
I coreani e giapponesi che erano con noi impazziscono quando vedono tante ananas già preparate e pronte ad essere gustate… loro che le pagano un occhio della testa nelle loro Nazioni…

Ci rilassiamo un po’ distesi all’ombra di varie palme…
Andiamo a dare da mangiare a delle tartarughe piccole che sarebbero state liberate in mare aperto di lì a poco…

Mark mi prenota un massaggio presso una donnona fijiana nell’unico bungalow presente sull’isola!”

Attraversiamo numerose isolette nel tragitto di rientro a Lautoka. Siamo nell’arcipelago delle Mamanuca, a Beachcomber Island, accanto all’Isola del Tesoro (Treasure Island), dietro all’Isola di Bounty e a quella dei Mari del Sud!
Mi son sentito come all’interno di un documentario il cui regista era un certo Robert Louis Stevenson… i suoi meravigliosi libri di avventure per noi ragazzi piano piano si materializzavano dinanzi ai nostri occhi incantati!
Grazie Stevenson per averci fatto sognare tanto da adolescenti, grazie Fiji per averlo fatto ora… da adulti!

19 ottobre Wailoaloa Beach (FIJI)

In bus verso in centro di Nadi penso a questa meravigliosa settimana che volge al termine!
Domattina lasciamo questa isola da sogno che in poco tempo ci ha dato così tanto in termini di benessere, spensieratezza e relax!

Oggi è domenica e per di più siamo sempre più vicini al Diwali.
I cristiani ben vestiti con camicia, cravatta e pareo si riuniscono nelle varie chiese per la predica del pastore; gli indù freneticamente affollano tutti i vari negozi per acquistare non solo botti e candele ma qualunque cosa, del resto: comprare durante il Diwali porta bene! India docet!

Noi ci lasciamo trascinare dal flow degli eventi; prima ci ritroviamo in un grande centro commerciale hindi immersi nei mille colori dei sari e Stefy ne approfitta per fare un po’ di shopping…
Pranziamo in un piccolo ristorantino indiano, ce ne sono innumerevoli, e assaggiamo: samosa, bhajia (polpette di spinaci, finocchietto e carote) e bara (polpette di varie verdure) per concludere con uno speziato masala chai prima di rientrare nella nostra baia!

In serata ci raggiungono due nostre amiche coreane: Ri-Ra e In-Ae, studiano e lavorano a Nadi per qualche mese!

Dopo cena, al chiarore del tramonto, sulla spiaggia dinanzi all’Oceano Pacifico Meridionale guardiamo il video Born2travel sognando e vivendo un magico momento tutti insieme!

 

 

Chiacchierando salta fuori che quattro anni prima In-Ae era stata, come rappresentante studentesca, in visita in Corea del Nord!
Ci racconta delle tante disavventure e aneddoti vissuti in quei pochi giorni così surreali!

Non potevano parlare con nessun locale, né farsi vedere dai cugini del nord… tutto era severamente vietato… soldati armati ad ogni angolo della strada… sguardi torvi che ti controllavano… non potevi andare in giro ma solo seguire, scortato, il tuo “gregge”…
Un episodio su tutti mi ha colpito: un ragazzo del nord si avvicina a lei per chiederle cosa fossero quegli strani pantaloni che indossava… subito un soldato interviene in malo modo puntandogli un fucile contro e allontanandolo bruscamente… quei pantaloni strani erano comuni jeans!

20 ottobre Nadi (FIJI)

Colazione in riva all’oceano, autostop fino alla Main Junction, bus pubblico per l’aeroporto e con due dollari fijiani raggiungiamo la nostra meta…

Oggi voliamo alla volta di Port Vila, capitale delle Isole Vanuatu!

Bula Fiji

 

Blog countersfree countersLocations of visitors to this page

(1) - (2)