21 marzo Kralendijk (BONAIRE)

All’alba entriamo nel piccolo porto di Kraledijk (dall’olandese koralendijk che vuol dire: “barriera corallina”).

Il capoluogo dell’isola di Bonaire, con i suoi 3100 abitanti su una superficie di 288 kmq, costituisce una municipalità speciale dei Paesi Bassi.

Assieme a Sint Eustatius e Saba fa parte delle isole BES (o Paesi Bassi Caraibici).

Questa piccola isola è un vero e proprio paradiso per i divers, così come pubblicizzano pure le targhe automobilistiche (Divers Paradise).

Ci rechiamo direttamente verso la prima spiaggia vicina… l’acqua è così chiara che si vedono grossi pesci colorati persino dal marciapiede sovrastante la spiaggia!

Simone e Gianluca ne approfittano per un bagno rinfrescante mentre noi ci rilassiamo sotto l’ombra di una palma da cocco. Un branco di delfini sbuca improvvisamente dal nulla ma, dopo qualche piroetta, sparisce nuovamente!

La cittadina è piccolissima ed i numerosi edifici color senape e pastello contribuiscono al suo fascino.

Gironzoliamo tra le sue stradine dove la vita scorre lenta e rilassata.

Un supermercato cinese, quasi desolato, un anonimo hotel dinanzi ad una coloratissima chiesa gialla, tanti negozietti per i divers, un ristorantino del Suriname: questo il centro storico della piccola capitale di Bonaire.

Alle 14.00 salpiamo di nuovo: 24 ore di navigazione fino alla magica isola di Grenada!

 

 

Blog countersfree countersLocations of visitors to this page

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6