Sulle tracce degli U2 in una Dublino tutta da scoprire

Dublino è una città che offre molto ai suoi visitatori ma questa volta non vi darò consigli su quali monumenti o ristoranti visitare, voglio fare con voi un viaggio più profondo, un itinerario nella Dublino musicale, quella dei mitici U2.

 - Windmill Lane è il luogo dove gli U2 iniziarono a registrare i primi album. Qui si raduna la maggior parte dei fan, lasciano messaggi sul mitico U2 wall e scattano foto all’ ormai inesistente studio di registrazione. Da qui ha senso iniziare questo percorso sulle tracce di Bono.

Successivamente spostarono i loro studi  di registrazione ad Hanover Quay . . Gli studios non esistono più ma il muro è diventato il secondo “U2 Wall” perchè pieno di graffiti di fan provenienti da tutto il mondo. Il nuovo studio di registrazione si trova invece a Ringsend Rd. …anche se ora preferiscono lavorare direttamente a casa di Bono!

 - Il vero turista in cerca dell’U2 spirit in quel di Dublino non si fa mancare una capatina in Earl Street North andando alla ricerca del Bonavox – Hearing Aid Store, il negozio dal quale si dice Bono prese ispirazione per il suo nome.


 - Il Dockers Pub,  il famoso pub tanto amato da Bono,  è ormai chiuso e quando è in città è più facile incontrare il frontman da O’Donoghue’s; niente da fare neanche per il famosissimo Nude, di proprietà del fratello di Bono, chiuso già da un pò.

 

 - Tappa da non mancare è sicuramente Killiney,  30 minuti a sud di Dublino, per  vedere la casa di Bono che si trova in Vico Road: c’è un grande cancello con alcune delle più importanti frasi delle canzoni degli U2 e lungo la  discesa al mare c’è un  muro pieno di frasi lasciate dai fan. E’ comunque rarissimo che  Bono  si trovi in questa casa dato che preferisce stare nella sua villa in Costa Azzurra.

- Pensate che al National Gallery , si può osservare un ritratto ad olio di Bono dipinto da uno dei pittori più famosi d’Irlanda: Lois Le Brocquy.

- Se passate per Temple Bar, non potete perdervi la Fender Stratocaster che The Edge ha dedicato a Rory Gallagher.

- Altra tappa: piazza Fitzwilliam, diventata famosa grazie al video “Sweetest Thing”… si dice che Bono scrisse questa canzone dopo aver dimenticato il compleanno della moglie.

- Cedarwood Road è la strada dove Bono abitava da bambino con la famiglia. La strada appare anche nel video di "Sometimes You Can't Make It On Your Own”. 

- Un posto da non tralasciare è la Mount Temple Comprehensive School. Dove Larry mise il famoso annuncio in bacheca e si formarono gli U2! Si trova in Malahide Road.

- Un giretto al Hot Press Irish Music Hall of Fame, ovvero il locale museo sulla musica irlandese ed in particolare sugli U2 è una bella esperienza.

Questi sono, secondo me, dei posticini che in quattro giorni si possono visitare con calma.

Sarà un’ esperienza di viaggio musicale al 100 %.

Se trascorsi i giorni di permanenza non sarete riusciti ad incontrare Bono…beh provate ad andare a bere una birra in un pub a caso…

Si narra che  Bono, quando è  in città si comporta da “irlandese medio”, ovvero si dice trascorra i pomeriggi e le serate al pub bevendo una birra e senza essere assillato da fan isterici!

Stefy

 

Blog countersfree countersLocations of visitors to this page