Perugia in relax

Questa volta andiamo alla scoperta di una Regione verde, piena di tradizione, buon cibo, ottimo olio… sto parlando dell’Umbria.
La Regione che ha il maggior numero di comuni iscritti ai “Borghi più belli d’Italia”, ventidue di preciso.

Partiamo dal suo capoluogo: Perugia dove le mura etrusche convivono con quelle medioevali; due festival sono famosi a livello mondiale: l’Umbria Jazz Festival e l’Eurochocolate, il primo si tiene a luglio, il secondo ad ottobre ed attirano migliaia di visitatori da tutto il mondo.

Costituita da viuzze e stradine caratteristiche che permettono di visitarla tutta a piedi. Il cuore della città è Piazza IV Novembre ed ospita la Fontana Maggiore, di fronte la Cattedrale di S.Lorenzo ed il Palazzo dei Priori dove ha sede la Galleria Nazionale dell’Umbria.
Perugia ha una vita cittadina molto intensa anche perché qui si trova una delle più antiche Università degli Studi in Italia oltre quella per stranieri.

Da Piazza IV Novembre prendete Corso Vannucci e  dopo aver guardato belle vetrine arriverete ad una terrazza panoramica degna di una cartolina.
Se tutti questi passi vi hanno stuzzicato l’appetito, non avrete che l’imbarazzo della scelta tra norcinerie, ristorantini tipici, chioschi o bistrot e caffetterie eleganti.
Ovunque scegliate di andare: non sbaglierete, i prodotti che offre questa terra sono eccellenti, genuini e sempre freschi.

Ma dopo una giornata a girare in lungo ed in largo, o meglio, tra sali e scendi, non c’è nulla di più bello che tornare in un posto immerso tra gli ulivi, dove regna la pace.

Le tue orecchie sentiranno solo le cicale in sottofondo ed il rumore delle foglie dei noci mossi dal vento; mentre ti rilassi nel tuo terrazzino durante un dolce tramonto.

Questa location è davvero perfetta per la posizione, dista solo pochi km da Perugia ma sembra di essere in un lontano posto magico al tempo stesso, in uno di quei luoghi da favola dove insieme a i caprioli davanti casa, secondo me, si nasconde anche qualche folletto.
Tutto questo presso l’ “Agriturismo La Fonte”.

Il casale principale, è un edificio il cui corpo originario risale al XVIII secolo: appartenne a un fedele servitore di Papa Urbano VIII che per ringraziarlo dei suoi servizi gli fece dono di queste terre. Prende il nome da una fonte in pietra, costruita agli inizi del Novecento che raccoglie le acque sotterranee dell’intero bacino imbrifero della valle.

A volte essere coccolati da una calda accoglienza ti fa già affezionare ad un posto.

Varcata la porticina in legno, i colori ci avvolgono. Il gusto artistico di  Paola si nota non solo nella cura dei dettagli ma anche nell’accostare mobili ricercati in un ambiente comunque rustico ma molto colorato...  I colori pastello mi hanno sempre di buon umore!

Sulla tavola troviamo un tagliere di formaggio e salame, confetture fatte in case, olio artigianale ed una deliziosa torta appena sfornata!

La magia di questo luogo si apprezza ancora di più dopo una passeggiata nel boschetto, costeggiando l’orticello di Marco, dove si giunge ad un laghetto circondato dal verde.

La piscina elegante si affaccia su di un bel panorama e di notte le stelle verranno giù a farsi guardare ancora meglio, vi sembreranno più vicine senza le luci della città.

Si sta talmente bene che non so se questo luogo sia più adatto a giovani coppie per una vacanza romantica, a famiglie per far divertire i bambini e far godere loro la natura, a persone più mature per immergersi nel relax e nella pace…

La verità è che chiunque verrà qui se ne innamorerà.

 

Blog countersfree countersLocations of visitors to this page