Un assaggio di Roma in due giorni!

Di viaggi ne abbiamo fatti, di città ne abbiamo viste, di piatti assaggiati e monumenti visitati… ma se qualcuno ci chiede quale sia la città da noi più amata, la risposta è sicuramente: Roma.
Appena possiamo andiamo a trascorrere qualche giorno nella Capitale dell’Arte, del buon Cibo, dello Shopping e della Storia.

Immaginiamo di avere a disposizione solo un week end! Che faremmo?
Di solito, faciamo comnciare i nostri giri sempre dalla maestosa piazza S. Pietro.
Qui stupisce subito la sua grandezza ed il magnifico colonnato a quattro file, disegnato da Gian Lorenzo Bernini, che la incornicia. Ma è quando si entra nella Basilica di S. Pietro che si viene davvero abbagliati dall’imponenza e ricchezza della chiesa più grande del mondo.
Nei Musei Vaticani sono conservate le opere senza tempo dei più illustri maestri di tutte le epoche. Da non perdere assolutamente è la Cappella Sistina che custodisce il Giudizio Universale di Michelangelo, l’opera d’arte per eccellenza.

Percorrendo Via della Conciliazione sulla destra ci troveremo ponte S. Pio X da dove si può ammirare Castel S.Angelo. Proseguiamo alla volta di Piazza Navona dove si trovano tre fontane, quella del Moro, di Nettuno ed infine la più famosa, quella dei Fiumi (Nilo, Gange, Danubio e Rio de la Plata) disegnata da Gian Lorenzo Bernini. Durante il periodo delle vacanze natalizie la piazza viene occupata da bancarelle di dolciumi e giocattoli.
Dato che si saranno fatte almeno le 14 e ci troviamo “casualmente” da queste parti è di rito andare a mangiare una pasta cacio e pepe oppure un’ amatriciana o una carbonara in uno dei ristoranti nella traversina dell’omonima piazza
Dopo una bella “magnata” siamo pronti per un’altra passeggiata: direzione Colosseo ma prima di raggiungerlo siamo di strada per ammirare il Pantheon, il più bel resto della Roma Antica, dove al suo interno  si possono trovare varie tombe di personaggi illustri tra i quali quella di Raffaello.

Lungo Via del Corso giungiamo in Piazza Venezia dove è possibile ammirare il Vittoriano, chiamato anche Altare della Patria oltre che l’edificio con il balcone da dove Mussolini faceva i discorsi alla folla.
Lasciandoci alle spalle Piazza Venezia ci infiliamo in Via dei Fori Imperiali costituita da una serie di piazze monumentali edificate nel corso di un secolo e mezzo (tra il 46 a.C. e il 113 d.C.). Il Foro Romano è la più importante area archeologica di Roma, dove già dal VII secolo a.C. si concentravano attività commerciali, politiche e religiose.

Ma ora apriamo  bene gli occhi per goderci a pieno il simbolo di Roma famoso in tutto il mondo: il Colosseo. Fu costruito durante il periodo della dinastia Flavia tra il 72-80 d.C.

L’edificazione avvenne nell’area occupata dall’enorme palazzo di Nerone, la Domus Aurea, costruita dopo il gigantesco incendio di Roma del 64.

Ad occhi aperti si possono immaginare i 70.000 spettatori che potevano assistere ai combattimenti tra gladiatori, alla caccia di animali selvatici e, nei primi tempi, alle naumachie, dove l’arena veniva allagata trasformandola in un laghetto artificiale.

Bene, è sera per cui dopo essere ritornati verso il centro non ci sarà modo migliore per concludere la giornata che andare a mangiare da ”Er filettaro de Santa Barbara” nell’area di Campo dei Fiori, qui gusterete il baccalà fritto più buono di Roma contornato dalle classiche puntarelle con le acciughe!

Ma prima di andare a riposare è d’obbligo un gelato o meglio IL gelato con panna per eccellenza da Pasticceria Giolitti accanto a Montecitorio.

Dunque, ora sarete davvero stanchi e sarà ora di andarvi a riposare un po’ nel vostro hotel a Roma.

La nostra scelta cade senza dubbio sull'Abitart Hotel, ottima pisizione, vicino alla suggestiva piramide Cestia e non lontano dal cuore pulsante della città eterna!

Che dire... dopo una giornata trascorsa a macinare km tra le bellezze della capitale italiana bisogna assolutamente riposarsi come si  deve e farsi coccolare... ampie stanze colorate, suites a tema, (noi preferiamo quella fotografica...  :-) ) pezzi di antiquariato e vere e proprie opere d'arte caratterizzano l'Abitart Hotel, un albergo molto pittoresco e, di sicuro, non standard... L'eccellente colazione presso l'Estrobar, una vera e propria oasi di pace, ti darà la giusta carica per iniziare una nuova giornata alla scoperta di Roma!

Dormito bene? Sono sicura di si, anche perché oggi si camminerà parecchio!

Ovunque siate potrete prendere la metro e recarvi in Piazza di Spagna per iniziare il secondo giorno nella città più bella del mondo!
Piazza di Spagna è certamente la piazza più famosa di Roma, dominata dalla maestosa scalinata di Trinità de’ Monti, costruita nel Settecento, resa famosa dal film “Vacanze Romane” e da allora tappa obbligatoria per ogni turista. In primavera la scalinata offre uno spettacolo per gli occhi davvero entusiasmante, viene infatti, ricoperta tutta di fiori.

Salendo la scalinata sarà possibile raggiungere Villa Borghese, il polmone della città, dove vi potrete riposare all’ombra della bella vegetazione oltre che visitare la Galleria Borghese dove all’interno è custodita la pinacoteca più importante di Roma e le straordinarie sculture del Bernini.

Ributtiamoci nel caos del centro, a quest’ora non si può non assaggiare un piatto di “Straccetti alla romana”, nei pressi della Fontana di Trevi, una delle più belle del mondo e famosa anche per il film “La Dolce Vita” di Fellini. Qui potrete gettare nella vasca una moneta, che come da leggenda, garantisce al turista di tornare ancora a Roma nell’arco della sua vita.

Ma rieccoci in Piazza di Spagna da dove imboccheremo Via Condotti, la via delle gradi firme e una volta incrociato via del Corso lasciatevi guidare dai sensi, girate senza meta, infilatevi nelle stradine e rimarrete a bocca aperta nello scoprire che qualsiasi angolo, anche il più nascosto, può nascondere una meraviglia da guardare e fotografare…

Per il tramonto non c’è posto migliore della veduta dal Pincio vicino a Piazza del Popolo… qui sarete ripagati da una vista mozzafiato! Credetemi ne vale davvero la pena!

Per cena recatevi a Trastevere, ci sono così tanti localini romantici per terminare una giornata così interessante!

Sono sicura che dopo averla vista, porterete nel cuore anche voi questa spettacolare città e sicuramente ritornerete… anche senza aver buttato la monetina a Fontana di Trevi!

Stefy

Blog countersfree countersLocations of visitors to this page